Sistema Museale di Ateneo

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
English | Caratteri normali - Caratteri grandi

Contenuto della pagina

Sito internet
Collezioni

Consistenza

Collezioni vive (circa 2000 specie tra piante erbacee, arbusti e alberi), collezioni d’erbario (230000 campioni di piante vascolari), collezioni di licheni (10000 campioni), collezione di funghi (25000 campioni), 1000 campioni di piante utili risalenti a prima della 2^ guerra mondiale, modelli didattici di morfologia vegetale, tavole didattiche. La biblioteca vanta 40.000 Monografie moderne, 1.400 monografie antiche e 53.000 annate di riviste per un totale di circa 117.000 materiali inventariati

Contesto: L’Orto, di circa 2 ettari, si articola in superfici dedicate a collezioni di piante vive all’aperto e in serra, in parte tematiche e in parte rappresentative di aree geografiche. L’Orto cura la Riserva integrale “Bosco Siro Negri”, in cui risiede un centro didattico.

Visita

Ingresso gratuito

Apertura al pubblico
Orari di apertura:
Lun-Giov: 9.00/12.30 | 14.30/17.00 Ven: 9.00-12.00

Per orari di apertura Sabato e altri eventi consultare il calendario online

Prenotazioni e Visite Guidate
Tel. +39 038222534, Amici dell'Orto Botanico

Contatti e Indirizzi

Orto Botanico dell'Università di Pavia
Via S. Epifanio, 14 - 27100 Pavia.
Tel.+39 0382 984848
e-mail. orto.botanico (at) unipv.it

Direzione e Staff

Direttore
Prof. Francesco Sartori
francesco.sartori (at) unipv.it
Tel. +39.0382.984855

Prof. Francesco Bracco
francesco.bracco (at) unipv.it
Tel. +39.0382.984848

Dott.ssa Lorenza Poggi
lorenza.poggi (at) unipv.it
Tel.+39.0382.984848

Allegati e links


Orto Botanico

Storia e Collezioni

L’Orto Botanico fu istituito nel 1773, dapprima a sostegno dell’insegnamento e dello studio della botanica in campo medico, in seguito rivolto alla ricerca e all’insegnamento nell’ambito delle scienze naturali. Dal 1996 l’Orto è legato all’attuale Dipartimento di Ecologia del Territorio, che ha inglobato il precedente Istituto di Botanica. Dal 2002 fa parte della Rete degli Orti Botanici della Lombardia. La superficie totale dell’Orto è di circa due ettari, compresi l’edificio dipartimentale e le serre.

La Serra Tropicale, costruita nel 1974, ospita una collezione di piante provenienti da Africa e America. Nelle Serre Scopoliane, progettate da Piermarini nel 1776, sono collocate una ricca collezione di Piante Succulente e una Collezione di Cycadaceae. Nella serie di lettorini posti di fronte alle Serre Scopoliane è collocata una collezione didattica di Piante Officinali. Sono presenti due ampi settori dedicati a diverse specie di Angiosperme e Gimnosperme. Da segnalare il monumentale Platano di Scopoli del 1778, situato a nord del giardino. A ridosso della facciata nord dell’edificio è coltivato il Tè (Camellia sinensis), introdotto a Pavia nel 1890. Nelle aiuole triangolari che fiancheggiano il viale di accesso alle Serre Scopoliane è collocata una collezione di Piante Nemorali caratteristiche del sottobosco delle foreste planiziali e in vario grado minacciate. Nella parte meridionale del giardino è situato il roseto, che ospita specie di rose selvatiche antiche e ibridi moderni.

Degna di rilievo è la Riserva Naturale Integrale “Bosco Siro Negri” in Comune di Zerbolò, il cui Centro Didattico e Divulgativo è collocato presso l’Orto Botanico.

Nel febbraio 2005 è stata inaugurata la Banca del Germoplasma per la conservazione dei semi di piante autoctone minacciate della Lombardia.

E’ attiva l’Associazione Amici dell’Orto Botanico (tel. e fax 0382.22534) che organizza manifestazioni tematiche e visite in collaborazione con l'Orto.

Per tutte le iniziative consulta la brochure


Torna all'inizio