Sistema Museale di Ateneo

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
English | Caratteri normali - Caratteri grandi

Contenuto della pagina

aprile 1997

Mostre logo

Sito internet della mostra
Organizzazione - C.I.S.M.U

Centro Interdipartimentale di Servizi Musei Universitari (1995-2005)


"Pesci di Ieri e di Oggi"

Biblioteca centrale dell'Universita' di Pavia - mostra dal 7 al 24 aprile 1997

In occasione della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica, il Centro Interdipartimentale di Servizi Musei Universitari (CISMU) dell'Ateneo pavese, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Pavia (Assessorati ai Servizi Sociali, Educativi e Culturali e all'Agricoltura e Riserve Naturali), organizzano una esposizione dal titolo "Pesci di ieri e di oggi". Dal 7 al 24 aprile 1997, presso la Sala Teresiana della Biblioteca Universitaria (Strada Nuova 65, Pavia), saranno esposti circa 60 esemplari di pesci estinti e attuali, affiancati da preziosi libri antichi di ittiologia corredati da pregevoli tavole pittoriche originali.
Squali martello, pesci sega, tonni, storioni e pesci fossili tropicali guideranno i visitatori attraverso un itinerario didattico che ripercorre le varie tappe del cammino evolutivo compiuto da questi nostri lontani antenati dalle origini antichissime. Quattro grandi vetrine circolari, ruotanti su se stesse, ospiteranno, fra gli altri, fossili di pesci tropicali estratti dalle rocce dei monti Lessini (localita' Bolca, in provincia di Verona); circa 50 milioni di anni fa, infatti, il paesaggio alpino era ben diverso da quello attuale e dove oggi si ergono le montagne, a quel tempo si trovavano collane di atolli corallini e candide spiagge sabbiose, circondati dalle calde acque di un mare tropicale.

Inoltre, tra gli esemplari esposti merita un'attenzione particolare il pesce celacanto, vero e proprio "fossile vivente", ritenuto dagli scienziati una specie estinta fino al 1938, quando al largo delle coste del Sud Africa fu pescato il primo individuo in carne e ossa. Il celacanto e' considerato dai biologi un anello di congiunzione tra i primi vertebrati marini (pesci) e quelli terrestri (anfibi); l'esemplare esposto nella mostra e' l'unico presente nelle collezioni della Lombardia e uno dei tre reperibili in Italia.

 

 

Torna all'inizio